SARNO: FINAL VERDICT

10-11-11_KSP_127_4231_01  
 
10-11-11_KSP_4341_01  
 
10-11-11_KSP_147_1126_01  
 
10-11-11_KSP_31_4287_01  
 
10-11-11_KSP_127_3343_01  
 
10-11-11_KSP_97_1670_01  
 

The third and last round of the Academy Trophy and U18 World Championship took place at the Internationl Circuit of Naples in Sarno last weekend.

The Academy Trophy, which every weekend race is organised in two final tests with separate score, sees young drivers between 13 to 15 years old everyone representing the colours of his own country. With karts perfectly identical in models and performances, with Parolin chassis and FIM engine, participants start a tight battle that till now sees four different winners in four races already held, as a dimostration of the high level of competitivity of the Trophy.

 

Both race winners in Essay, the Monaco's Charles Leclerc and the Brit Benjamin Barnicoat seized this opportunity to take their distances in the Championship. These two drivers will therefore start as favourites but other competitors are certainly determined to play their cards until the end. This happens to the Spanish Mikel Azcona, the Greek Filipos Kalesis (3rd last year), to the two Finns Juho Valtanen and Aatu Moilanen, as well as to the Frenchman Dorian Boccolacci.

During Race1 the pole man and championship leader Charles Leclerc suddenly went from first to last position, indeed during the formation lap someone crashed into him and his chain came off. But the Monaco's driver has been protagonist of a sensational comeback transforming his twenty-eighth starting position in an incredible sixth place. His main rival Ben Barnicoat took a big lead to the first position but the Dutchman Marijn Kremers stolen his victory. Finn compatriots Juha Valtanen and Aatu Moilanen closed respectively 3rd and 5th with the Russian Vsevolod Gagen between them at the 4th place.

At the end of Race1 Barnicoat leads the championship with 9 point of distance from Leclerc.

Race2 is a disaster for Ben Barnicoat. He was in 2nd place on the opening lap when it appeared he was the innocent victim of a contact. In the meantime Charles Leclerc reached the 3rd and then quietly moved to the second and to the first position. Juho Valtanen crossed the finish line 2nd while the Norwegian Martin Ellegard was promoted to 3rd after Kremers was penalised and forced to the 4th place. Barnicoat drove a brave race till the 13th place but it was not enough for the championship ranking.

 

2011CIK-FIAAcademyTrophyfinalranking:1.CharlesLeclerc(MCO),253points;2.Ben Barnicoat(GBR),240points;3.JuhoValtanen(FIN),217poits;4.FilliposKalesis(GRC),200 points;5.AatuMoilanen(FIN),195points ;6.VsevolodGagen(RUS),189points;

 http://www.cikfia.com/championships/cik-calendar/sarno-napoli/academy/trophy-standings.html

 

Supplying by drawing lots and on a free basis the FIM WKE engines to all partecipants of the U18 World Championship guarantees to everybody the same opportunities of victory, indeed it is not a coincidence if many of them can still claim the 2011 world title. Unless an incredible overturning of the situation, those three drivers fighting for the winner's crown are the Finn Pyry Ovaska (Maranello), the Brit Mattew Graham (Zanardi) and the French Anthoine Hubert (Sodi). As there are still 75 points to be allocated (25 after the qualifying heats and 50 in the final) every “top 10 driver” is mathematically in for the title fight. Dave Blom (Intrepid), Henry G. Easthope (Sodi), Tomi Katajamäki (Maranello), Stephan Riener (Intrepid), Lucas Speck (Mach 1), but in face of a catastrophic weekend for the leading drivers.

 

U18 category offers to the pubblic of Sarno's circuit a really exciting show full of surprises. During the qualifying heats some drivers, as per the race regulations, have been even required to exchange their engines with the ones of other competitors; but the real protagonists didn't fail in showing themself and in confirming the predictions! These several “exchanges of engines” (over 30) have demonstrated the great equality performance and the high reliability of the engines.

In Pre-final1 Graham jumped into a big early lead, but three events spoil his race. First he is investigated for a irregular start. Secondly, he damages his steering column, and thirdly, Antonio Giovinazzi took the lead and went on to score an impressive win, while the main rival Pyry Ovaska at last found some good form and drove a superb race to finish 3rd. Graham finished 6th but a 7 seconds penalty dropped him further down to 10th place.

In the second Pre-Final with the reverse grid, Pyry Ovaska, after a fast departure, drives superbly from 24th to 4th but appeared to be the victim of contact and lost various places.

Graham regained many positions and at three laps to go found himself fighting side by side with Pyry Ovaska. Graham finished 4th with Ovaska 5th. Anthoine Hubert conquered an excellent victory in front of Henry Easthope and Martin Mortensen.

The Final sees at the finishing line: Giovinazzi (PCR), Mortensen (Mach1), Graham (Zanardi), Nylund (Maranello) and Forman (MS Kart) with 8th Hubert and Ovaska 20th.

Matthew Graham (Zanardi) won with 173 points the second edition of the “World U18 Championship”, following the example of his compatriot Jake Dennis, 2010 champion. Second position for the Finn Pyry Ovaska (Maranello) with 159 points, while Anthoine Hubert (Sodi) closed with the third place with 138 points.

 

 

2011 CIK-FIA “U18” World Championship final ranking: 1. Matthew Graham (GBR) (Zanardi), 173 points; 2. Pyry Ovaska (FIN) (Maranello), 159 points; 3. Anthoine Hubert (FRA) (Sodi), 138 points; 4. Dave Blom (NLD) (Intrepid), 135 points; 5. Henry Easthope (GBR) (Sodi), 128 points; 6. Antonio Maria Giovinazzi (ITA) (PCR), 125 points;…

 http://www.cikfia.com/championships/cik-calendar/sarno-napoli/u18/championship-standings.html

 

 

SARNO: VERDETTO FINALE

 

Il Circuito Internazionale Napoli di Sarno ha ospitato lo scorso weekend la terza ed ultima prova del Trofeo Academy e del Campionato del Mondo "U18".

 

Al Trofeo Academy, il cui format prevede ogni weekend di gara due prove finali alle quali vengono assegnate ad entrambe il punteggio, partecipano giovani piloti tra i 13 ed i 15 anni, ognuno rappresentante e portacolori della propria nazione. Alla guida di mezzi perfettamente identici in modello e prestazioni, con telaio Parolin e motore FIM, i partecipanti stanno dando vita ad una lotta serrata che ha finora decretato quattro vincitori diversi in quattro gare, dimostrando così l'alto livello di competitività del Trofeo.

 

Ad Essay i vincitori di gara, il monegasco Charles Leclerc e il britannico Benjamin Barnicoat, hanno colto l'occasione per prendere le distanze in campionato. A Sarno i due piloti partono infatti come favoriti ma gli altri concorrenti sono sicuramente decisi a giocare le loro carte fino alla fine. Questo è il caso ad esempio dello spagnolo Mikel Azcona, del grego Fillipos Kalesis (3° lo scorso anno), dei due finlandesi Juho Valtanen e Aatu Moilanen, così come del francese Dorian Boccolacci.

 

In Gara 1 il poleman e leader del campionato Charles Leclerc improvvisamente è passato da primo ad ultimo; sul giro di formazione infatti qualcuno si scontra con lui e gli fa cadere la catena. E' però poi protagonista di una sensazionale rimonta e trasforma la sua ventottesima posizione di partenza in un incredibile sesto posto. Il suo rivale principale Ben Barnicoat è scattato in prima posizione ma si fa sfilare la vittoria dalle mani dall'olandese Marijn Kremers. I connazionali finlandesi Juha Valtanen e Aatu Moilanen chiudono rispettivamente 3° e 5 ° con il russo Vsevolod Gagen tra di loro al 4 ° posto.

Alla fine di Gara 1 Barnicoat è in testa al campionato con 9 punti di distacco da Leclerc.

 

Gara 2 è un disastro per Ben Barnicoat. Al primo giro è al 2 ° posto, quando è vittima innocente di un contatto. Nel frattempo Charles Leclerc raggiunge il 3° posto per poi tranquillamente passare in seconda e in prima posizione. Taglia il traguardo secondo Juho Valtanen mentre è promosso al terzo posto il norvegese Martin Ellegard, dopo che Kremers viene penalizzato e costretto alla quarta piazza. Barnicoat ha condotto una gara coraggiosa fino in tredicesima posizione, non però sufficiente in termini di classifica di campionato.

 

ClassificafinaleCIK-FIAAcademyTrophy2011:1.CharlesLeclerc(MCO),253punti,2.BenBarnicoat(GBR),240punti,3.JuhoValtanen(FIN),217poits,4.FilliposKalesis(GRC),200punti;5.AatuMoilanen(FIN),195punti;6.VsevolodGagen(RUS),189punti;...

 http://www.cikfia.com/championships/cik-calendar/sarno-napoli/academy/trophy-standings.html

 

La fornitura a sorteggio e gratuita dei motori FIM WKE a tutti i partecipanti del Campionato del Mondo "U18" garantisce a tutti le stesse opportunità di vincita e non a caso molti di loro possono ancora rivendicare il titolo mondiale 2011. A meno che non si presenti un incredibile capovolgimento della situazione, i tre piloti in lotta per l'ambita corona di vincitore sono il finlandese Pyry Ovaska (Maranello), il britannico Matthew Graham (Zanardi) e il francese Anthoine Hubert (Sodi). Ma poiché a Sarno sono ancora in palio 75 punti da assegnare (25 dopo la manche di qualificazione e 50 in finale), ogni “Driver top 10” è tuttora matematicamente in lotta per il titolo. Dave Blom (Intrepid), Henry G. Easthope (Sodi), Tomi Katajamäki (Maranello), Stephan Riener (Intrepid), Lucas Speck (Mach 1), Toni Alarcón (Righetti Ridolfi) ed Antonio Maria Giovinazzi (PCR) possono quindi ancora sognare di essere il nuovo campione 2011, a fronte però di un weekend catastrofico dei piloti favoriti.

 

La categoria "U18" riserva al pubblico del circuito di Sarno uno spettacolo davvero entusiasmante e ricco di colpi di scena. Durante le manches di qualifica alcuni piloti sono addirittura costretti, per regolamento di gara, a scambiare il loro motore con quello di altri concorrenti; ma i veri protagonisti non hanno comunque mancato di mettersi in mostra e di confermare i pronostici! I numerosi “scambi di motore” (oltre 30) hanno infatti dimostrato grande equità di prestazioni e massima affidabilità dei propulsori FIM WKE.

 

Nella Prefinale 1 Graham è da subito in grande vantaggio ma tre episodi rovinano la sua gara. In primo luogo è indagato per partenza irregolare. In secondo luogo danneggia piantone dello sterzo. In terzo luogo Antonio Giovinazzi prende il comando e va a vincere conducendo una gara straordinaria mentre il rivale principale Pyry Ovaska mette in atto una grande rimonta aggiudicandosi il terzo posto. Graham conclude quindi al sesto posto ma una penalità di sette secondi lo costringe al decimo.

Nella seconda Prefinale, a griglia invertita, Pyry Ovaska dopo una partenza veloce, guida superbamente dal 24° al 4° posto, ma in seguito sembra essere vittima di contatto e perde molte posizioni. Graham recupera invece posizione su posizione e a tre giri dalla fine combatte fianco a fianco con Ovaska. Graham termina infine 4 ° con Ovaska 5°. Anthoine Hubert conquista una splendida vittoria davanti a Henry Easthope e Martin Mortensen.
La Finale vede invece tagliare il traguardo in ordine: Giovinazzi (PCR), Mortensen (Mach 1), Graham (Zanardi), Nylund (Maranello) e Forman (MS Kart) con Hubert ottavo e Ovaska ventesimo.

 

Matthew Graham (Zanardi) ha conquistato con 173 punti il titolo della seconda edizione del Campionato del Mondo "U18", seguendo le orme del suo connazionale Jake Dennis, campione 2010. Secondo classificato il finlandese Pyry Ovaska (Maranello) a 159 punti, mentre chiude al terzo posto Anthoine Hubert (Sodi) a 138 punti.

 

ClassificafinaleCIK-FIA"U18"WorldChampionship2011:1.MatthewGraham(GBR)(Zanardi),173points;2.PyryOvaska(FIN)(Maranello),159points;3.AnthoineHubert(FRA)(Sodi),138points;4.DaveBlom(NLD)(Intrepid),135points;5.HenryEasthope(GBR)(Sodi),128points;6.AntonioMariaGiovinazzi(ITA)(PCR),125points;...

 http://www.cikfia.com/championships/cik-calendar/sarno-napoli/u18/championship-standings.html

 

A prova della grande validità del progetto, presenti nelle prime dieci posizioni in classifica sette modelli di telai registrati per il Campionato "U18" di sette diverse case costruttrici!

 

Vincitori assoluti del Campionato del Mondo "U18" e del Trofeo Academy 2011 rispettivamente anche il motore FIM W1 WKE ed i telai Parolin Academy completi di motori FIM W1 Academy che hanno dimostrato di garantire ai piloti grande affidabilità e massima parità di prestazioni.

 

 

 

Official Supplier

HomeCikFia

Official Promoter

Factory Tour

HomeVideo

Social

HomeFacebook HomeTwitter HomeYouTube HomeIstogram